domenica 9 ottobre 2011

La Gang del Pensiero (ovvero la zetetica e l'arte della rapina in banca) di Tibor Fisher


-Quelli che la gente considera finali lieti non sono, naturalmente finali; i finali sono per definizione tristi.-

5 commenti:

Maria Rita ha detto...

Sei un grande :-)

http://pulce89.blogspot.com/

Alessandro Scandiuzzi ha detto...

Ah! hai pagato a Satana il prezzo dello "scroll infinito" sacrificando "l'intestazione personalizzata". Hai rimediato ottimamente con un ottimo sfondo blog. Complementi.

(non centra nulla col Post)

sTUDIOpAZZIA ha detto...

@Maria Rita: il grande è Fisher.

@Alessandro: Satana, l'hai detto. è sempre li che si insinua nel pc e mi incasina. maledetto!
contento piaccia lo sfondo almeno.

sp

Gigio's world ha detto...

mi sembra di capire che ti è proprio piaciuto :) bene. io domani vado al recupero del tuo consiglio :)

Alessandro Scandiuzzi ha detto...

E se assistessimo alla fine...chessò, di un samurai che al finire dei suoi giorni muore in battaglia come ha sempre voluto? O di un insetto che nell'atto di accoppiarsi pone fine alla sua breve esistenza compiendo l'anelito cui essa fù dominata?

Come finale sarebbe triste?