domenica 20 febbraio 2011

Due Anni


Due sono gli anni passati da quando ho pensato a questa storia. Una storia ambientata durante il carnevale di Venezia. Due anni fa ci sono andato, solo, in un pomeriggio di febbraio, a scattar foto. La storia c'era, una storia breve, ma pur sempre una storia. C'erano pure le foto come materiale di base. Tutto tranne la mano che disegna.
Questa mattina ho buttato giù le matite per la prima tavola.
La storia è rimasta e verrà fuori.
Anche se potrebbe arrivare per il carnevale 2012.

Ho voluto pubblicare la tavola non completa. Solo le matite. Mi hanno sempre affascinato le matite degli altri autori. Sembra quasi di poter cogliere l'anima del disegno. Le mie sono solo una traccia. Non è il disegno, quello verrà con l'inchiostro. Però mi andava di mostrarle. Un atto di narcisismo. Credo di esserne consapevole di ciò. Non sono un fumettista, ma disegno fumetti e non mi voglio prendere in giro. Si, li disegno per me, per stare bene, perché ne ho bisogno e mi aiutano a mantenere un certo equilibrio (avevo scritto "sanità", ma ho corretto) ma li disegno anche per poterli mostrare. Questo, chiunque tu sia, avevo voglia di mostrartelo.

SP

3 commenti:

GiuliA ha detto...

e grazie per averlo fatto caro esseppì! :)
il disegno è come l'aria per "quelli come noi"!
e credimi invidio chi come te riesce a disegnare sopratutto per se stesso, io troppo spesso lo faccio per gli altri, e la cosa diventa pesante a lungo andare.
complimenti cmq e inboccallupo per questo progetto! ^-^sessewri

Q ha detto...

il momento dell'inchiostrazione "ferma" il nostro segno e lo trasforma in disegno.
subito prima, quando il disegno è solo matita vi si posono vedere molte cose, ognuno "legge" segni diversi e ad ognuno arrivano sensazioni differenti.

buona fortuna per il tuo progetto, ti auguro di portarlo a termine!


cheers

sTUDIOpAZZIA ha detto...

@ GiuliA: e grazie per le belle parole. comunque preciso che non c'è alcun progetto sotto, solo puro desiderio di creare (che fa molto megalomane!).

@ Q: Interessante le cose scritte sul segno. C'è da pensarci su.
chissà di completarla la storia, almeno per rispetto verso di essa.

SP